Cultura

Published on Agosto 14th, 2022 |   Agostino Colla

0

Intervista a Dario Stasi

La storia di Gorizia e del suo confine e di come venne (e viene ancora oggi) vissuto e percepito dagli abitanti delle due città che quella linea divide. La storia del PCI goriziano e delle battaglie politiche che segnarono in capoluogo isontino dalla fine degli anni Sessanta. I rapporti fra la comunità italiana e quella slovena, e l’importante ruolo svolto da Isonzo/Soča per promuovere il dialogo e la conoscenza reciproci.

Sono solo alcuni dei temi affrontati da Dario Stasi in questa intervista realizzata da Alessandro Cattunar per il progetto “Strade della memoria” (www.stradedellamemoria.it), un archivio multimediale della memoria, ideato dall’Associazione Quarantasettezeroquattro, che  promuove la raccolta, la conservazione e la divulgazione di fonti orali e fotografie relative alla storia dell’area di confine tra Italia e Slovenia nel corso del Novecento. Un archivio aperto, partecipato, in continua evoluzione, che vuole testimoniare la storia di un territorio complesso e affascinante, attraverso i documenti e i racconti di chi la ha vissuta in prima persona.

“Strade della memoria”, nato nel 2012 dopo una prima campagna di raccolta di testimonianze orali relative al periodo 1922-1955, si accresce e rinnova la sua veste grafica. Un nuovo corpus di testimonianze orali prova a delineare le complesse dinamiche politiche, sociali ed economiche che hanno segnato Gorizia e Nova Gorica dagli anni Cinquanta fino ai giorni nostri, restituendo le soggettività, le passioni, i timori e le progettualità di tanti goriziani che hanno vissuto e vivono sui due lati della frontiera.


About the Author



Back to Top ↑
  • ULTIMO NUMERO

  • LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

  • IL NOSTRO CANALE YOUTUBE