Editoriale

Published on Luglio 5th, 2021 |   Agostino Colla

0

Ricordo: a 10 anni dalla morte di Luciano Giorgi

Radicale, verde, ambientalista, consigliere comunale a Monfalcone e a Staranzano, consigliere provinciale; protagonista di tante battaglie politiche e culturali in difesa dell’ambiente (contro il, rigassificatore Snam a Monfalcone, per il controllo costante delle emissioni della centrale termoelettrica della città dei cantieri, contro il tracciato dell’alta velocità ferroviaria, in difesa del decorso naturale del Tagliamento e del Torre, contro le servitù militari…) sempre in sintonia con Renato Fiorelli , l’amico e compagno di lotta, esponente di spicco dell’ala nonviolenta e antimilitarista del Movimento ambientalista e a sua volta consigliere comunale dei Verdi a Gorizia e consigliere provinciale assieme a Giorgi nonché consigliere comunale e poi sindaco a Moraro. Furono entrambi in linea con le idee ecologiste/europeiste di Alex Langer, noto ambientalista altoatesino.

La figura politica di Luciano Giorgi è stata ricordata nel corso di un incontro organizzato da Arturo Bertoli al Palazzetto Veneto di Monfalcone dove molti fra i presenti hanno voluto ricordare episodi d’impegno e momenti di vita condivisi con Luciano.

Un lato poco conosciuto della personalità  di Luciano Giorgi è costituito dalla sua passione per l’arte, in particolare per la pittura. Infatti oggi si può affermare che egli è stato per buona parte della sua vita, un pittore autodidatta che ha realizzato qualche centinaio di quadri tutti eseguiti con grande rigore, con passione, con lo stesso impegno profuso nell’intensa attività politica. La figlia Giulia ha voluto testimoniare anche questo aspetto poco conosciuto del padre allestendo una bella mostra ancora visitabile alla Galleria d’Arte “La Bottega” di Frank Marinotto, a Gorizia, in via Nizza. Da non perdere.   Luciano de Gironcoli        


About the Author



Back to Top ↑
  • ULTIMO NUMERO

  • LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

  • IL NOSTRO CANALE YOUTUBE